Telegram: down o altro?



Da questa mattina il noto servizio di messaggistica segnala un DOWN.

Anche il servizio online è down:






Si tratta di un dowbn temporaneo, che erò dura solo qualche minuto, una chiusura definitiva o una chiusura di protesta? O altro. 


Questo perchè la scorsa settimana, abbiamo ricevuto la notizia della chiusra dei server telegram in territorio Russo. 

La sentenza sarà presto operativa. Il fondatore Durov dice: “SI tratta di un attacco alla libertà” 


L'autorità per le telecomunicazioni russa ha iniziato le procedure per [b]bloccare Telegram in Russia, in conformità con la sentenza di venerdì scorso e 

chiederanno ad Apple e Google 
di rimuovere l'app dagli store. 



Il fondatore di Telegram, Pavel Durov, il Mark Zuckembeg russo,  afferma che si tratta di  una decisione "anticostituzionale"  segnalando come dati personali dei russi passernno a WhatsApp e Facebook" che sono controllati dagli Stati Uniti".




Pavel Durov, in realtà è nato a Torino, poi tornato in Russia da piccolo con la famiglia, ha fondato il famoso social network  VK  (VKontakte). 


Al momento i costi per il mantenimento di Telegram sono di 1 milione di euro al mese
pagati unicamente da Pavel o da donatori.




Vedremo nelle prossime ore di cosa si tratta. restiamo tutti in attesa.